Bisogna ricordare che per gli antichi greci ed anche per gli antichi romani il concetto di ozio non aveva i connotati negativi che ha poi assunto nel mondo moderno; anzi era considerato il modo più appropriato di passare il tempo per un uomo libero e non schiavo. Proprio perciò la musica, in quanto occupazione per i momenti di ozio veniva considerata da Aristotele come una disciplina “nobile e liberale”.

(Storia della musica, Baroni; Fubini; Petazzi; Santi; Vinay)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...