Stamane due videoclips di Harmony Korine, regista californiano in concorso a Venezia con Spring Breakers, film che racconta un’altro tipo di sogno americano, fatto di soldi droga e hip-hop.

Il primo video è dei Black Keys: l’estetica anni 80 e i protagonisti del video vi suggeriranno quale sia lo stile adottato dal regista nei suoi film.

 

Il secondo video è di un gruppo hip-hop sudafricano, Die Antwoord. In entrambi i clips gli artisti impersonano persone ai limiti della società, malati, brutti, soli. Personaggi che appunto vorremmo vedere solo nei film di Harmony Korine, o di Ciprì e Maresco se l’America ci sembra troppo lontana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...