*Colloquio con De Chirico all’albergo Flora circa il quadretto 8×10 che gli ho chiesto.
– Ho questo 15×20
– Troppo grande. Ne voglio uno piccolo perchè faccia parte di questa mia collezione. Se no ne prendevo uno gramde addirittura.
– Ma non creda di pagarlo meno, uno piccolo, costa fatica a farlo come uno grande e anche più.
– Io non discuto il prezzo.
– Glielo farò, fra due settimane glielo mando.
– Va bene…
– Intanto che ci siamo, parliamo del prezzo.
– Dica lei.
– Di questo che ho vorrei tremila, prezzo da amico, il prezzo che faccio a Barbaroux. Ma mi dica lei cosa ha dato agli altri.
– Non glielo dico perchè i prezzi che mi hanno chiesto sono tali che lei cadrebbe su una sedia – (alludevo al niente di Carrà, De Pisis, ecc., ai Cinquecento di Soffici).
– Allora facciamo duemila, va bene?
– Va bene…
– In quattordici giorni lo avrà.

(Io, Un’autobiografia , Cesare Zavattini, Einaudi, 2002)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...