Se stai cercando Cucciaroni vedi voce Cucciaroni (disambigua)

Cucciaroni (1942 – 1969) è stato un caricatore, illuminista, suonatore di banjo e antropologo fra i più illustri del Novecento.

Nasce nel Michigan nel 1942 da madre troia e padre violento che lo vende a una ditta di traslochi
che fallirà a causa della crisi del ’29 lasciando il pacco a una compagnia aerea che si occupa di fare la tratta Chicago-Los Angeles, Los Angeles-Chicago. In questo periodo il bambino cresce nel milieu delle banlieues aeree con tutto quel che vuol dire per un bambino di quell’età vivere nelle banlieues, una volta sceso inizia ad occuparsi di pugilato, prima come peso piuma e in seguito come peso mosca. Dopo aver lasciato il pugilato a causa del morbillo frequenta il corso di salto con l’asta all’ High School of Social Distortion dove viene allontanato per aver utilizzato un estintore a sproposito. In seguito racconterà questi anni come “l’inizio di un percorso mistico che però mi ha portato in un vicolo cieco”. Prima di farsi espellere riesce a frequentare gli ambienti avanguardistici dell’epoca cominciando così a suonare il banjo e la fisarmonica. Inizia così un periodo di stenti dove Cucciaroni per mantenersi fa i mestieri più disparati come scassinatore, spazzacamino, controllore di treni, assaggiatore reale, il migliore amico, lustra-scarpe, impresario edile e perfino il cameriere.
In questi anni affina la tecnica di muovere l’orecchio senza toccarlo, arte per la quale verrà onorato col titolo di baronetto in Inghilterra. Nonostante la perenne penuria economica in cui si trova riesce a pagarsi un corso di yoga dove conosce Federica, che diverrà la sua prima moglie. Si narra che durante il matrimonio gli sposi si alzarono dal tavolo numerose volte per andare a salutare i parenti e gli amici e bere un bicchiere con loro. Dall’unione nacque una bambina che ora batte nei quartieri bene del Liechenstein. No, non è vero l’hanno vista l’altro ieri che buttava la mondezza vicino a casa sua, nell’Ohio e si sa, una prostituta non butta mai la mondezza, a meno che non si tratti di bambini.
Dopo aver lasciato dopo solo 11 mesi la compagna, con la quale si dice abbia avuto un rapporto burrascoso decide di cambiare vita e si taglia i capelli. Da solo.
Sarà quest’ esperienza a fargli cambiare idea e nome: Rosario.
Ma il vero salto di qualità lo fa con la pubblicazione del libro “Quanto è inutile ascoltare i National senza conoscere i Tinderticks”, un trattato di botanica dimenticato per sbaglio in una cabina telefonica. Il libro riscuote successo e no. E vince il premio Balzan.
Dal bestseller nasce il film “Boria” girato in stopmotion e con la tecnica dell’effetto Schüfftan
Muore a 27 anni (in piena Summer of Love) dimenticato da tutti, di suicidio, droga e alcool in un incidente stradale in circostanze misteriose perchè si sa che tanto alla fine questi artisti muoiono tutti così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...