Ecco un buon esempio di giornalismo celebrativo. Si mette la macchina da presa di fronte al politico di turno e si ascolta senza fiatare ciò che ha da dire. Ma dove sono finiti i giornalisti che fanno domande? Dove è finita la loro dignità? Il giornalismo ha la funzione sociale di tutelare i cittadini dall’abuso del potere; il giornalismo dovrebbe essere il cosidetto watch dog, il cane da guardia del potere non il cane da riporto. “Niente di nuovo” diranno gli osservatori attenti, ma vedere questa degenerazione così da vicino  e addirittura nel mio piccolo paese mi fa provare una tristezza infinita (o ilarità a seconda dei casi).

L’importante è la forma: il servizio in sè. I contenuti non contano: il nuovo sindaco dice che gli elettori (non i cittadini, badate bene, ma gli elettori) vogliono delle risposte. Ma a quali domande?  Cosa vuol dire “essere competitivi” con Badesi e Valledoria? Anche a Viddalba sventreremo le colline alla maniera di Muntiggioni? Non c’è nessuno che riesca a capire che la speculazione edilizia è un bene solo per pochi e che il benessere che se ne ottiene è effimero? E perchè tra le risorse da sfruttare nominate dal sindaco non è stata detta una parola sull’energia eolica prodotte dalle pale posizionate su in collina? Queste domande, da cittadino, vorrei che fossero poste dai giornalisti. A queste domande, da cittadino, vorrei che mi rispondesse il nuovo sindaco di Viddalba.

Roberto Oggiano

Annunci

82 pensieri su ““Già tutto si inizia a vedere qualcosa, ecco”

  1. Certo, l’autocelebrazione non me la sarei mai aspettata, almeno in questo modo.
    Farebbe bene il neo sindaco ad informarsi meglio sulla reale situazione del comune.
    Qualcuno dovrebbe spiegargli che i comprensori di cui dice che Viddalba fà parte insieme ad altri comuni, non esistono più da anni.
    Se poi la sua squadra ha voglia, potrebbe chiedere in giro del perchè quella che lui definisce piscina è ferma ed in stato di abbandono, senza sapersene spiegare i motivi.

    Che dire poi del museo, ha dei reperti archeologici ?, ma và, te ne sei accorto anche tù, dopo che ne stai da giorni minacciando la chiusura?

    La competitività, questa bella parola che quando serve in un discorso ha il suo effetto.
    Cosa vuoi dire, che dobbiamo diventare come Badesi? che non ha più l’identità del paese originario, con quelli obrobri edilizi da tanti indicati negativamente?
    Non lo credevo, ma ci state già provando, basta guardare le prime mosse che avete avviato con la procedura d’intesa sul PPR per alcune aree in località La Capazza da sfruttare per nuovi insediamenti turistici, (richiedente Cannas).
    Che dire poi sull’affermazione che Viddalba è demograficamente vecchio, lo vuole ringiovanire?.

    Per certi versi l’intervista autocelebrativa pur non condividendola ci stà pure è nell’ordine delle cose, ma almeno preparati il discorso sulle domande che ti sei fatto fare, evita le gaffe, vai sul generale, se non puoi fatti consigliare.
    Non puoi fare un’intervista televisiva in cui sbagli le percentuali, confondi i comprensori, non conosci la funzione del centro fitness, minimizzi l’importanza del museo, dai del vecchio al tuo elettorato, il tutto in modo scoordinato e grammaticalmente pietoso.
    Ed avete avuto pure la bella idea di pubblicarlo su youtube.
    Complimenti, proprio una bella idea.

  2. Troppo facile parlare dietro una maschera, il mio ufficio è sempre aperto a tutti, quando deciderai di uscire dall’ anonimato, vieni ti offro un caffè, e parliamo serenamente dei tuoi problemi e della tua sofferenza nel vedermi ricoprire la carica di Primo Cittadino del Comune di Viddalba
    Saluti
    IL SINDACO

  3. caro roberto…hai ragione…le interviste non si fanno cosi…è sbagliato parlare di rilancio della zona…dovremmo continuare a lavorare come i vecchi 35 anni…con un sistema collaudato dove tutti eravamo contanti…dove viddalba regnava in solitudine…mettersi a paragone con paesi come badesi e valledoria mi sembra irreale…d’altronde noi abbiamo solo le terme a 2 minuti ma dal mnare siamo lontani..10minuti circa…la colpa è dei giornalisti…dovevano fare domande più concrete…più piccanti…ed è qui che mi sorge spontanea una domanda…da vero giornalista…signor roberto,a tutte le accuse.a tutte le doamnde…lei porta qualche soluzione???io sono un suo fan,riamngo ammaliato dal suo modo di scrivere…però,oltre la domanda mi dica anche la risposta….la prima domanda è quetsa: è da rispettare una maggioranza di 224 in un paese di 1498?oppure 801 persone sono stupide?…io non ho votato vito ara…per radici familiari…ma dai primi giorni a posteriori dell’elezioni…mi son pentito…quelle persone che per 35 anni “hanno aiutato il mio paese”sono scomparse….seconda domanda:caro roberto sei contento della tua giuncana?aspetto una tua risposta…..e mi piacerebbe vista e provata la tua sapienza,una risposta sull’econimia che può aver creato l’eolico con quei 28 pali nella nostra viddalba….dacci delle idee…voi di torino ne sapete unbè….anzi meda…

  4. mi sa che andiamo tutti a giocare a tennis…i campi sono gratis…ps:sono m oto offeso perchè non sono stato invitato al nuovo bar di viddalba…detto bar MANI….avranno la licenza queste persone?ps:si sente in giro che la sezione risorgerà….io ci sono…ma i vecchi generali devono prendere in mano la situazione…perchè questo fallimento è colpa dei giovani…

  5. Ora le rispondo alle domande:
    1. non ho mai detto che 801 persone sono stupide. Smettiamola di accusare di superiorità chi si limita a criticare l’operato o il non operato della parte politica avversa. Per me, e lo ripeto l’ennesima volta, c’è un conflitto di interessi tra le due cariche di Vito Ara Sindaco e Vito Ara imprenditore edile, ed è inutile che vada a dirglielo in comune in ufficio, lui lo sa benissimo. Per quando riguarda l’economia innanzitutto cercherei di investire sui giovani e sul loro futuro. Il problema qui non è solo economico, ma culturale. E non riguarda solo Viddalba ma tutta la Sardegna. Non si può andare avanti a costruire case all’infinito solo per avere un falso benessere, per avere macchine più nuove, per continuare a comprare le cose che non ci servono. E’ la politica del neoliberismo: il profitto a tutti i costi, anche a quello di devastare il territorio. E’ logico che un pensiero così sia impopolare, chi è che non vuole migliorare la propria condizione economica? Ma fra qualche anno, quando le nostre coste non saranno più appetibili perchè zeppe di obbrobri edilizi e la gente non verrà più che ce ne faremo delle case invendute?
    2. Giuncana io me la terrei com’è, bella e selvaggia, e non credo che gli abitanti vogliano tutto questo can can di costruzioni intorno. Bene se dobbiamo costruire per i Giuncanesi, male se dobbiamo costruire per chi compra la casa per venirci ad abitare qualche mese all’anno. Io non propongo soluzioni e non mi presento come l’uomo della provvidenza. E’ certo che le soluzioni non si trovano impostando il futuro economico sulle imprese edilizie, e questo non vale per Viddalba, ma per la Sardegna tutta.
    3. E questa la aggiungo io: il sindaco si abitui alle critiche perchè il suo operato è sotto la nostra responsabilità: quella che hanno i cittadini di controllare affinchè il sindaco operi nel nostro interesse, non nel proprio. Non si possono conquistare tutti a suon di promesse.

    Roberto Oggiano

  6. Ciao Roberto
    la professione che dici che intenderesti intraprendere è sicuramente nobile e molto importante, e direi essenziale in un paese(inteso come nazione) come il nostro. Ma come tutte le professioni è fatta di competenze e di strumenti, metodologie, che immagino tu, essendo ancora sui libri stai imparando per poi un domani PROVARE ad applicare. Ti dico provare perchè non è detto che alla fine sarà quello che farai. Il modo in cui affronti gli argomenti o che fai partire le tue critiche (a volte sono sole delle offese goffamente camuffate dalla tua ancora non brillante proprietà di linguaggio)non rispecchiano i canoni del giornalismo. Il giornalismo non è scrivere l’opinione del giornalista , a meno che quel giornalista non intervenga come opinionista o esperto dell’argomento,(..e non è ancora il tuo caso…), tu dovresti analizzare l’argomento nel modo più oggettivo possibile e lasciare i tuoi stati d’animo fuori dalla discussione. Ancora non hai esperienze di vita, di studi o di lavoro che ti permettano di salire su pulpiti a dare troppi consigli o pseudo critiche. Se invece dicessi o aprissi i tuoi interventi con un CREDO CHE..è già diverso, si capisce che è solo una tua opinione, non vuoi fare giornalismo e sarebbe tutto diverso. Inoltre secondo me confondi un pò alcuni dettagli tecnici sull’intervista televisiva. Quella è una intervista di un TG e ti dovresti chiedere perchè, un TG di Olbia è andato a fare l’intervista ad un comune di soli 1800 abitanti..che interesse di ascolti ne poteva avere..secondo me era dovuto solo al fatto che Viddalba era il comune con il più alto tasso di votanti, una semplice curiosità. Il giornalismo di inchiesta, quello che citi tu , non si fa nei TG da qualche decennio ormai, ci sono degli spazi appositi, delle trasmissioni apposite, quali report in tv, o espresso e panorama e vari free lance su internet.
    Quindi mischi argomenti senza molte correlazioni e pretendi cose che non capisco, mi spieghi che giornalismo di inchiesta si può fare su uno che si è appena insediato? Puoi farlo fra qualche anno al limite, sui fatti e gli atti che la giunta farà…ma a quel punto da giornalista serio dovrai farlo tu e non da Torino per sentito dire, che come ben tu sai non è una fonte attendibile per i redattori, ma per il lavoro che riuscirai a fare sul campo.
    Enzo Biagi, era un signor giornalista, ma era sempre serio (inteso nel senso di professionale), mai arrogante, e mai offensivo..unn esempio…Per quanto riguarda il giornalismo di inchiesta Fabrizio Gatti (quello che è ha fatto tutto il casino di Bertolaso..) è un altro bell’esempio..l’ho visto in TV mai maleducato, preparatissimo e super documentato, sarebbero dei bei esempi da seguire…
    un saluto

  7. In risposta a Curioso

    Ma davvero Enzo Biagi e Fabrizio Gatti sono più bravi di me? Io non voglio incarnare il ruolo di giornalista, ma di cittadino che si pone e pone agli altri delle domande. Con una certa malizia potrei affermare che se un tg di Olbia è venuto a Viddalba lo abbia fatto perchè è stato chiamato. Non lo sappiamo tutti ormai che, come dice lei (a proposito, potrebbe firmarsi la prossima volta così da avere un confronto più sereno? Enzo Biagi, ad esempio, si firmava) il giornalismo televisivo non contiene più inchieste? Ma chi lo dice che un telegiornale non debba contenere delle inchieste? Sappiamo inoltre quale ruolo svolgano le televisioni regionali locali in ambito politico. Non ci siamo dimenticati dell’appoggio dato da Sergio Zuncheddu a Berlusconi durante la campagna elettorale regionale dello scorso anno con Videolina e L’Unione Sarda. Non vedo perchè se in tutta Italia le televisioni e i telegiornali fanno gli interessi privati del padrone non lo debbano fare pure a Viddalba. E’ così illegittimo immaginarlo? A suffragio della mia tesi (ebbene si, è una mia opinione) ho messo in luce la scarsa qualità delle domande poste dal giornalista al sindaco. E per sottolineare il cattivo stato dell’informazione in Italia non bisogna essere per forza in grado di fare meglio, o lei per giudicare una pessima cucina in ristorante ha imparato a fare il cuoco? Potrebbe poi citarmi quali sono le offese delle quali mi sono macchiato nei miei interventi?
    Che i miei scritti non siano prettamente giornalistici ma solo delle opinioni personali è un fatto esplicito e non ho mai avuto la pretesa di fare lo scoop o di dare notizie che nessun altro conosceva.
    Il tema principale delle mie riflessioni però è quello che riguarda il cosidetto sviluppo dell’area della bassavalle del Coghinas e del conflitto di interessi del sindaco di Viddalba. Ripeto ancora una volta che politicamente è un problema legittimo da sollevare nonostante l’elezione del sindaco sia perfettamente in regola dal punto di vista legale. Lei che ne pensa? La prossima volta prima di attaccare il ragionatore attacchi il ragionamento.

    Robero Oggiano

  8. Leggendo i commenti sin quì pubblicati da Roberto Oggiano, che trovo quanto meno attinenti e non offensivi in alcun modo nei confronti del neo sindaco né tanto meno della sua giunta, in quanto analizza problematiche reali evidenziati durante la campagna elettorale, con intelligenza e senso critico, alle quali comunque nessuno ha mai risposto sul contenuto.
    Le risposte ricevute sono state solo degli attacchi frontali sul merito, sulle competenze, sull’opportunità ecc, tesi a smontare e screditare sul nascere ogni critica.
    Nessuno toglie nulla alla schiacciante vittoria del sindaco Vittorio Ara, il quale ha evidentemente lavorato bene.
    Ma non ci vengano a dire che una anonima emittente locale sia spontaneamente venuta a fare un’intervista per l’elevata affluenza alle urne ecc. ecc.
    E’ più plausibile che sia stata chiamata e comunque in ogni caso le domande vengono concordate prima e sopratutto le risposte si preparano prima.
    Confondere ambiti, percentuali, dichiarare di servire il proprio elettorato ecc. non rende un buon servigio al paese, sopratutto per lo stile adottato.
    E’ evidente che avendo da poco preso in mano il timone del comune, si abbia ancora le idee poco chiare, ma proprio per questo si deve prestare maggiore attenzione.
    Le mie osserazioni sono certamente di parte però se ci pensate bene sono condivisibili.
    La coalizione ha vinto ampiamente ed in modo legittimo.
    Il Sindaco è legittimato a governare in nome e per conto dei suoi cittadini, non del solo suo elettorato.
    Lo sviluppo di un paese è molto importante e và valutato bene, ma non è detto che esista solo quello edilizio, vedi l’esempio di Badesi non certo positivo.
    Non si può affermare di non conoscere i motivi che hanno bloccato l’avvio delle “”” Piscine”” si è poco credibili, dopo che per anni se ne è parlato e dopo varie riunioni sull’argomento.

    Ciò detto, mi preme evidenziare questo concetto:
    Consiglio a chi volesse rispondere di non attaccare me od altri per quanto scrivo od ho affermato, ma di voler ribattere punto per punto sul contenuto delle domande poste e sulle obiezioni che altri hanno fatto, ovvero:
    vi è o no il conflitto di interessi del Sindaco ?
    Chi ha interesse ad avviare iniziative edilizie sul territorio di Viddalba ?
    Chi ha interesse a voler modificare lo strumento urbanistico ed in che direzione ?
    Quali interventi edilizi sono in corso in zona F e per quali è iniziata o stà per essere avviata la procedura di intesa con la RAS?
    Ecco, rispondere in modo pacato e costruttivo a queste domande sarebbe già un buon inizio sopratutto per la trasparenza e per la civiltà.
    saluti

    Francesco Oggiano

  9. caro francesco oggiano,nn voglio replicare alle tue accuse,parli d supposizioni come certezze,ma parliamo d cose reali..veramente accadute!!!!!mi risulta che tu sia costato circa 60.000 euro al comune d viddalba,nella precedente amministrazione…..(12.ooo l anno)…per i tuoi permessi!vergognoso e assurdo!!che il comune ha versato all enel..per avere la tua disponibilita in comune anche se nn e servita a niente.hai anche una risposta critica a questo?caro francesco oggiano ma questo vito ara che fino all anno scorso era una risorsa per viddalba,ora sarebbe quella persona colpevole d portare viddalba allo sfascio?perche a quanto sembra il paese non la pensa cosi….e leggittimo o non è legittimo il volere del paese?sembra quasi che t dispiaccia che a viddalba si muove gia qualcosa!anzi dovrebbe essere preocupante che non si sia mosso prima,sembra quasi che auspicate un regresso dell economia di viddalba!ma c faccia il piacere signor oggiano,lasciateli lavorare in santa pace questi nuovi amministratori..tra l altro almeno nn gli fanno spendere 60.000 euro(120 milioni del vecchio conio)!!!

  10. rimango sbalordito da quanto ha appena detto il risolutore!!!qua si scoprono veramente gli altarini!!!!quanto gli è costato francesco oggiano al comune di viddalba nella precedente amministrazione???????60.ooo euro???120.milioni del vecchio conio?cioe 12.000 euro l anno????queste son ciffre che il mio (CUD)S SOGNA!!!!spiegami tu il nostro sapientone come s dovrebbe fare a viddalba per muovere l economia…o cosa avete fatto voi in 10 anni?forse avete creato economia nelle centrale eolico?,o creato ocupazione nella nettezza urbana??caro francesco oggiano cosa faresti per quel centinaio d persone disocupate come me?forse e meglio che t fai un esame di coscenza…tu che PREDICHI BENE MA RAZZOLI MALE!!!p.s mi risuona sempre nella testa la cifra d 12.000 euro…io camperei un anno e mezzo…

  11. caro disocupato come s suol dire LU POARU S ARRAGNA!!!e a viddalba lo siamo stati in tanti!anche io faccio parte d quella fascia che non rientrava nei pochi privilegiati,o accaniti sostenitori d quella vecchia amministrazione!ma c vorrebbe la faccia tosta andare a criticare l operato(perche qua piovono critiche e s vomitano sentenze)senza dare la possibilita e il tempo materiale ai nuovi entrati d poter lavorare con serenita!(un mese e mezzo)!!!questa e proprio la voce della sofferenza,d chi non ha ancora accetato la sconfitta..ma che dico sconfitta la disfatta d quel malessere sociale che ormai da tanto tempo c sovrastava!

  12. Ragazzi… è ridicola la questione del “lasciateli lavorare”! Ci vogliamo mettere in testa che il ruolo dei cittadini è quello di sottoporre a critica qualsiasi potere?? O il “lasciateli lavorare” sottintende “fatti li cazzi toi?”

  13. caro roberto , come può un ragazzo che si considera intelligente come te,criticare soltanto e non dare idee di come si possa amministrare un paese,oppure come può criticare vito ara di conflitto d’ interessi , quando la vecchia amministrazione viveva d’ interessi del comune, come può essersi svegliato propio ora l’unica persona attenta ai conflitti d’ interesse del nostro paese, un consiglio che ti posso dare io ,da paesano e di smetterla penso che se continui cosi rischi di inpoverire la tua intelletualità che hai ( se cè), come puoi insistere che puoi permetterti di criticare chi ,e quando vuoi ?
    sai che chi critica e obbligato ha dare la soluzione alla critica, ti posso dire che vito ara prima di diventare sindaco ha ritirato circa 150 concessioni edilizie , ha costruito circa 400 appartamenti , costruisce in 7 località
    diverse,roby, vai, studia e torna subito a casa che ti aspetta tutta una vita di lavoro d’ affrontare, poi una volta maturato , ti aspetto per raccontarmi se la pensi come oggi.

  14. il manovale scrive:

    roby, vai, studia e torna subito a casa

    Oh non si preoccupi, sarà fatto.

    Roberto Oggiano

  15. Ancora una volta si preferisce glissare sulle domande e non rispondere, attaccando gli altri per provocarne la reazione.

    Le assenze dal lavoro per chi ricopre ruoli amministrativi, sono regolamentate dalla Legge 267 e ne possono usufruire tutti i consiglieri, gli assessori e sopratutto il Sindaco.
    Nella passata Amministrazione ne hanno usufruito oltre a me ed al sindaco, Sechi Gavinuccia, Arras Gianni e per la minoranza Spanu Giancarlo quest’ultimo anche nei cinque anni precedenti.
    Però è strano si attacca solo a me.

    Non vi è in ciò nulla di illecito, per quanto riguarda il mio contributo e ciò che abbiamo fatto è sotto gli occhi di tutti, quello che riuscirete a fare voi lo dovete ancora dimostrare, anche se a livello di chiacchere ci avete senza dubbio superato.
    Ma tornando al costo annuo per le assenze, queste rapresentano il rimborso che il Comune deve per legge fare al datore di lavoro, io evidentemente valgo molto viste le somme da voi riportate.
    Ma tornando ai costi, anche l’attuale Sindaco, compresa la giunta ne potranno usufruire a meno che non lavorino gratis.

    Ciò detto, voglio dire al caro interlocutore di evitare di cadere nella diffamazione, perché rintracciarlo non è impossibile, tuttaltro, se non ne sei convinto, informati.

    Mi auguro comunque che sappiate moderare i toni, contribuirà senz’altro al vivere civile.
    Perché rispondere civilmente ed in modo pacato, rasserena gli animi.

  16. mi accingo per la prima volta a rispondere su questo blog,un blog dovrebbe servire a creare una discussione civile,pacata,costruttiva,ma ancora una volta mi sembra di rivivere un clima pre elettorale…un clima che fa male allo stato d’animo ed alla salute,perchè ancora molta gente non si è resa conto che l’elezioni sono finite…ha vinto una parte…ma sopratutto ha perso l’altra…ha fallito l’altra….Vorrei iniziare da te Roberto…mente fine eappuntita ma che ancora si trova in quel momento di formazione…dove si hanno tante idee…dove si vorrebbe cambiare tutto,perche tutto sembra sbagliato…ma sul come,si slitta…si critica,si accusa,si ipotizza,ma a dircela tutta qualcosa di concreto, tu non lo hai maidetto…hai fatto campagna elettorale dietro ad un computer,senza vivere,senza respirare l’ambiente del quale parlavi e che criticavi…si perchè tu sei un ottimo critico…lo ero anch’io alla tua età…dove ti ripeto si ha la forza di sognare,di pensar di poter cambiare il mondo…ma non si fa niente per farlo…si critica e basta…con poco rispetto…e queste critiche portano le persone a ragionar su cose che addirittura non hanno commesso…come il conflitto d’interesse,una parola che negli ultimi hanni ma molto di moda…ma per il mio modo di vedere…e ripeto il mio modo…a viddalba tutti hanno il conflitto d’interesse…se guardiamo tramite il tuo punto di vista,se tu associ,l’edilizia all’ente amministrativo in un paese come viddalba,ma come tutta la sardegna,trovi duemila parentele…potresti tessere una tela e creare duemila collegamenti….ed è in questo che io non sono d’accordo con te,e ti potrei dire che da un paese come viddalba non ci si fà ricchi…non ci riempie le tasche,quindi il mio consiglio è questo,prima di parlare cosi…informati,commenta un fatto realmente accaduto,non parlare al futuro come se questo fosse certo…perchè riesci ad offendere e riesci a creare malcontento da una parte e dall’altra…vedi oggiano francesco che ancora spende tempo,energia a lottare contro una sconfitta che non può cambiare…..e che al posto di mettersi come dice lui al servizio della gente pensa a chi o come il neo sindaco abbia avuto l’intervista alla tv(un problema serissimo)…senza rendersi conto che l’enel da lui visto il commento che ho letto prima abbia guadagnato 60 000 mila euro in 5 anni per i suoi permessi e quasi da guinness…l’uomo più caro dell’enel…questo è un fatto compiuto e su questo non hai criticato…. ora ti saluto e ti auguro il meglio…e quando ti accorgerai e quando t’immergerai nella realtà della pratica e non solo della teoria…ti accorgerai che queste non sempre combaciano.

  17. ho capito perchè la luce è cara scrive

    mi accingo per la prima volta a rispondere su questo blog

    Forse non sai che l’indirizzo Ip dal quale scrivi è sempre lo stesso. Lo stesso de “il manovale”, “lu poaru s’arragna”, “il risolutore” e varie…..te la canti e te la balli da solo. Addirittura vuoi far credere che siate in tanti a intervenire su questo argomento. Sei libero di scrivere ciò che vuoi, ma la prossima volta datti un nome e un cognome. Le tue opinioni avranno molto più peso. Tu stesso mi tacci di aver condotto una campagna elettorale da dietro il computer senza respirarne l’ambiente. Ciò non toglie che io non possa fare le mie considerazioni, che ho ammesso subito essere parziali, su ciò che vedo e ciò che non vedo. E di tutto ciò che ho detto me ne assumo la responsabilità. Tutti sanno chi sono e dove abito, e le rare volte che sono stato a Giuncana o a Viddalba non avuto timore di confrontarmi con candidati o neo-consiglieri eletti. A pasqua credo che qualcuno ricordi una mia accesa discussione sullo stato delle cose con Andrea Cannas al bar (uno dei luoghi pubblici e sociali per eccellenza a Viddalba). Qua il fine è discutere, oltre che migliorare le cose. Se hai delle opinioni che ritieni importanti e intelligenti, oppure vuoi semplicemente parlare male di qualcuno sei libero di farlo nei limiti della legge, ma assumiti le tue responsabilità e firmati. Figuriamoci se accetto lezioni morali da un fantoccio.

    Roberto Oggiano

  18. continui a saltare il problema…e la figura del fantoccio la stai facendo tu….non pensare di essere troopo intelligente..perchè non lo sei…sei un povero e basso critico senza soluzioni…a criticare sono bravi tutti…a risolvere i probleme…meno…dai anche le soluzioni…da ora in poi dai le soluzioni…cosa faresti.

  19. ED ECCOMI QUA!!!CARO ROBERTO IL FATTO DI USARE SEMPRE LO STESSO PC NN SIGNIFICA ESSERE SEMPRE LA STESSA PERSONA…IL SAPIENTONE D GIUNCANA!!OGNUNO E LIBERO D ESPRIMERE LE PROPRIE CONSIDERAZIONI PERSONALI USANDO ANCHE LO STESSO INDIRIZZO IP..MAGARI PER COMODITA D POSTO!E VERO SALTI SEMPRE LE DOMANDE..COSA FARESTI TU STUDENTE UNIVERSITARIO..DALLE MILLE IDEE RISOLUTIVE E TANTO SPIRITO D INIZIATIVA GIOVANILE..PER ESEMPIO PER CREARE NUOVI POSTI D LAVORO A VIDDALBA COSA SI POTREBBE FARE???COME FARESTI A FAR MUOVERE L ECONOMIA DI UN PAESE COME VIDDALBA???COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA DI QUEL CENTINAIO D PERSONE DISOCUPATE CHE ABITANO A VIDDALBA???CARO FRANCESCO OGGIANO LE STESSE DOMANDE LE PONGO A TE…PERCHE DOPO AVER RILETTO LE TUE CONSIDERAZIONI PERSONALI…LE TUE CRITICHE..IL TUO MANIFESTARE UN CERTO MALESSERE A 2 MESI DALLE ELEZIONI SEGNO D SOFFERENZA D CHI NN RIESCE ANCORA AD ACCETTARE LA REALTA DELLE COSE!!!HAI DETTO BENE SI PREFERISCE GLISSARE ALLE DOMANDE PER ATTACCARE LA PERSONA!!TU SEI IL PRIMO CHE PER QUANTO M RIGUARDA LO FA!!!NESSUNO TI DIFFAMA…SEMPLICEMENTE S RIPORTANO ALLA LUCE ALCUNE SPESE CHE S TROVANO NEL BILANCIO DEL COMUNE!COSA CHE LA NUOVA GIUNTA EVITERA!!!QUA NON S PARLA D 150 EURO PER UN RIMBORSO MENSILE D UN ASSESSORE,O 4,O 5OO D UN VICESINDACO!QUA S PARLA D CIFRE CHE T DICO LA VERITA FANNO MALE ALLE MIE ORECCHIE E A QUELLE DEI CITTADINI D VIDDALBA CHE é GIUSTO RENDERLI PARTECIPI!S E TUTTO REGOLARE PER LA LEGGE COSA T PREOCUPA??POTEVI ANCHE BENISSIMO PERLARNE IN COMIZIO D QUANTO SEI COSTATO AL COMUNE TU E ALTRI ASSESSORI..MA CHE ALTRI NON COMMENTANO E NN CRITICANO E SPARANO A SALVE COME FAI TU,E FORSE PER QUESTO VIENI CHIAMATO IN CAUSA SOLO TU!!MI LASCIA UN PO PERPLESSO CHE IL TUO PROBLEMA PIU GRANDE SIA..MA LA TV E VENUTA DA SOLA..O E STATA CHIAMATA?CHI HA INTERESSE AD AVVIARE INIZIATIVE EDILIZIE SUL TERRITORIO D VIDDALBA?? T RISPONDO IO!GLI IMPRENDITORI CHE NE HANNO LA CAPACITA ATTIVA ED ECONOMICA!!SEMBRA QUASI CHE T DUOLE CHE S POTREBBE CREARE QUALCHE STRUTTURA(CHE DAREBBE POSTI D LAVORO)A QUELLE CENTINAIA D PERSONE CHE IN QUESTI 10 HANNO VISSUTO IL REGRESSO D VIDDALBA PER QUANTO RIGUARDA L ECONOMIA!MI RISULTA CHE E PER FORTUNA D QUALCHE IMPRENDITORE E NN PARLO SOLO D VITO ARA.CHE TANTI GIOVANI E PADRI D FAMIGLIA ABBIANO AVUTO UN POSTO D LAVORO ED UNO STIPENDIO DIGNITOSO PER AFFRONTARE LE MILLE DIFFICOLTA CHE OGNI GIORNO CI SONO!E NON I SOLITI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO D 3 0 6 MESI D CANTIERE!FACILE PARLARE DA UN DIPENDENTE STATALE!PER CARITA NULLA DA DIRE IL COMUNE NON E UN UFFICIO D COLLOCAMENTO,MA MI RISULTA CHE IMPRENDITORI PRIVATI ABBIANO FATTO PIU ASSISTENZA SOCIALE DEL COMUNE…IMPRENDITORI EDILI CHE TU CONTINUI A CRITICARE!!!CARO FRANCESCO…NON VORREI SCOPRIRE CHE IL COMUNE T ABBIA FINANZIATO ANCHE QUALCHE CORSO PRIVATO D SCALATORE..PERCHE HAI UNA FACILITA DI ARRAMPICARTI AGLI SPECCHI NON INDIFFERENTE!!!NON MI VOGLIO DILUNGARE TROPPO..SAREBBE STENDERE UN VELO PIETOSO SULLE VOSTRE CONTINUE DICERIE! LE ASSENZE DEL LAVORO PER CHI RICOPRE RUOLI AMMINISTRATIVI SONO REGOLAMENTATE DALLA LEGGE 267..E DOVREBBERO ANCHE PORTARE I SUOI FRUTTI VISTE LE SPESE..MA CHE NON MI E SEMBRATO AVER VISTO!NON VI é IN CIO NULLA DI ILLECITO SUL TUO CONTRIBUTO,E QUELLO CHE AVETE FATTO E SOTTO GLI OCCHI D TUTTI…”O QUELLO CHE NON AVETE FATTO?????”UN SALUTO CARO FRANCESCO E RICORDATI CHE CON LA NUOVA AMMINISTRAZIONE LA LEGGE 267 E DECADUTA é ENTRATA IN VIGORE LA LEGGE 224 DEL 31 05 2010!

  20. Uno dei motivi per il quale si discute è proprio il ricercare le soluzioni che non sono così semplici come invece ci vogliono far credere gli amministratori. Mi sono espresso varie volte in merito alla questione edilizia che a mio parere non risolve la questione economica. Dovranno essere fatti degli altri investimenti, a lungo termine, sulle energie rinnovabili, in istruzione (ma perchè a Viddalba siamo sempre in 4 gatti che andiamo a studiare??) senza avere l’ansia di arricchirci subito. Purtroppo non è questo il modello che sta prevalendo. Vogliamo tutto, e lo vogliamo subito anche a costo di defraudare il territorio, unica ricchezza che abbiamo a disposizione di tutti. Dire che gli imprenditori poi abbiano fatto “assistenza sociale” a mio avviso è un frase lesiva della dignità di chi lavora. La vulgata maggiore è il ringraziare immensamente i padroni perchè ci danno il lavoro come se ce lo stessino dando come atto di bontà. In realtà poi sappiamo bene che sono loro i primi ad arricchirsi in barba a tutti i diritti civili e sociali. Ciò che succede a livello nazionale (vedi il caso Fiat a Pomigliano, con gli operai costretti pena perdita del lavoro a sottostare ai diktat proibitivi di Marchionne) si ripercuote a livello locale. Lo stesso discorso l’ho sentito fare a degli amici siciliani che commentavano, sulla mafia: “che me ne frega se c’è la mafia, l’importante è che dia lavoro a mio padre”.
    Pensiamoci quindi prima di santificare l’occupazione a discapito del buon vivere civile e sociale. Non propongo soluzioni immediate e d’altronde è impossibile che una singola persona queste soluzioni ce le abbia, nonostante tentino di farci credere da molti anni che sì, meno male che Silvio c’è (è successo a Viddalba, con Vito Ara osannato dai suoi come un Dio in terra). Dovremmo piuttosto pensare in direzione della cooperazione invece di affidarci a soluzioni preconfezionate e semplici come l’aprire un’impresa edile per garantire l’occupazione stabile scaricandone i costi sull’ambiente e creando un benessere fittizio. Non significa che tutte le imprese edili debbano chiudere da un momento all’altro o che non debbano più lavorare, ma è sbagliato indirizzare chi voglia fare impresa a investire sul mattone con la conseguente proliferazione di centinaia di imprese (magari piccole) in perenne competizione per accaparrarsi nuovi mercati e quindi nuovi terreni da costruire. Quella di impostare l’economia sull’edilizia è ovviamente un’idea propugnata dagli imprenditori edili che crea oltre a danni ambientali degli scompensi sociali, con pochi imprenditori ricchi e tanti manovali poveri che sognano di diventare come i padroni, non andando così in direzione di una ridistribuzione delle risorse in maniera più equa. La stessa costituzione parla di limiti d’impresa per salvaguardare la stabilità sociale sempre più a rischio in Italia. Continuo a chiederemi perchè la sinistra di Viddalba non insista su questi temi. Perchè lascia gli operai in balìa delle decisioni arbitrarie dei padroni? Perchè non si fa carico di pensare a nuove soluzioni economiche? Perchè non fa capire ai nostri giovani che l’ignoranza non paga? E’ con questi temi che si può battere il modello culturale affaristico, festaiolo e cocainomane della destra di governo.

  21. Vito ara come Dio?questa suona nuova..eri a viddalba alle elezioni….?dal modo in cui parli sei tu quello che credi di essere al di sopra delle parti…ed ora ti supero…dovremmo smetterla di costruire appartamenti,dovremmo smetterla di globalizzarci……caro vito…facciamo solo un ultima cosa…anche roberto,francesco oggiano e gli altri compagni saranno contenti…PROPONGO DI COSTRUIRE UNA FABBRICA DI SOLDI…DIAMO SOLDI A TUTTI….e tutti a Viddalba vissero felici e contenti….mi fai ridere caro roberto perchè tu fino a questo momento sei solo un costo….vivi la tua vita bellissima,fatta di studio, party a torino che non è sicuramente giuncana…e sopratutto hai grazie a Dio chi ti copre le spalle….e molta gente non può studiare per questo motivo…non dimenticarlo…ma quando avrai responsabilità,quando dovrai “guadagnare”allora capirai i compromessi,capirai che a volte l’ideale va a scontrarsi col bisogno…e capirai che molti ideali….come quelli di un mondo paritario senza forti e deboli,senza il nero e il bianco,senza la persona COLTA e la persona stupida e cosi via…,non esisterà mai….ma se vieni a viddalba ti facciamo menager della Fabbrica dei soldi….d’altronde intuisco che sei uno di sinistra….e voi nel mangiare siete artisti…e riguardo a modelli culturali potrei citarne uno a caso….love parade,gay pride…cosche rosse,cooperative,sindacati….un gran mondo affaristico….riguardo alla droga…e vero quelli di sinistra non la usano…..(a milano di direbbero…ma va a cagare)……un altra promessa….se a Viddalba faranno la fabbrica dei sogni….li saresti tu il boss….perchè sei un sognatore….e su questo un pò t’invidio…mi duole dirlo ma io riesco solo a vedere realta….quindi se in futuro sarai il boss della fabbrica dei sogni e della fabbrica del denaro….ricordati di me…perchè avere i soldi e sognare allo stesso tempo…ti sembrera ridicolo…ma no ha prezzo..

  22. Se l’oggetto della discussione fossi io potrei dirti che la mia fonte di finanziamento principale a Torino è stata una borsa di studio dell’Edisu ( http://www.edisu.piemonte.it/ ) ripartita pubblicamente secondo criteri di reddito e di merito. Ma non sono io l’oggetto della discussione, nè i miei comportamenti morali. E’ vero che per studiare ricevo dei soldi pubblici, e ciò non fa che aumentare le mie responsabilità, ma sta tranquillo che li sto onorando per bene. I veri soldi pubblici spesi male sono quelli degli appalti regalati alla cricchetta di governo. Il fatto che tante persone non abbiano la possibilità di studiare è proprio al centro delle mie idee e di quelli che tu chiami sogni. L’investimento maggiore è appunto quello fatto in istruzione, così da trovare delle soluzioni ai problemi che man mano si presentano, in primis quelli economici che ti premono tanto. Vorrei però che la discussione si elevasse un pò. I clichè destra/sinistra sono stati sciorinati abbastanza e fanno parte del linguaggio populista e semplicistico imposto da Berlusconi, dal berlusconismo e dalla personalizzazione della politica. In America si parla di issues ( i temi che in questo caso ci stanno a cuore, ambiente, benessere sociale ed economico) e di policies (politiche attuate nei confornti delle issues). Bisogna però che benessere sociale ed economico vadano di pari passo, perchè se aumenta lo squilibrio economico la cosiddetta pace sociale viene a mancare. Credo che quello edilizio (e qui mi ripeto) sia un sistema che crei forti disparità economiche più che livellare verso l’alto il tenore di vita generale della popolazione, senza contare poi la distruzione dell’ ambiente e del paesaggio, che volenti o nolenti è un tema che si deve affrontare. Mi chiedo se si possa creare del benessere distruggendo l’ambiente e la stabilità sociale. Mi pare una contraddizione. Che senso ha avere più soldi e macchine più grandi del vicino di casa quando poi dobbiamo pagare il parcheggio per andare al mare o dobbiamo sottostare ai diktat dei turisti danarosi e sempre più esigenti? Lo sviluppo se ci deve essere deve essere sostenibile e la speculazione edilizia il benessere lo crea per pochi. Ma come si possono concepire altre modi di vivere e altre forme di economia se non ci si sforza neanche di pensarle? Davvero chi ci amministra non riesce a fare di meglio dell’ ennesima colata di cemento per portarci a stare meglio? Bè allora tutta questa sbandierata competenza nella nuova giunta, non ce la vedo. Uno dei problemi della nuova ammnistrazione sarebbe proprio quello di emancipare l’economia di Viddalba dall’edilizia. Diamo da risolvere la soluzione a chi, in parte, il problema lo ha creato.
    Per quanto riguarda invece la figura imperante del sindaco, magari non è stato vista come un Dio, ma su Facebook scherzosamente è stato proposto di proclamarlo Re, con corte al seguito. Altrettanto scherzosamente vi avviso che io sono e sarò un cittadino, suddito mai.
    Ci sono persone che probabilmente nel medioevo si sarebbero trovate meglio.

    Roberto Oggiano

  23. sei una persona che ha veramente zero ironia…teoricamente perfetto…anche se troverei di meglio….facciamo fare la fabbrica delle idee…ma non vanno solo dette vanno fatte…passi dall’america a viddalba,da berlusconi a vito ara…la battuta del re…io l’ho interpretata come battuta….tu pensi che esistano ancora i sudditi?ci vediamo a viddalba….fai da bravo…mi piacerebbe che queste cose le dicessi direttamnete all’amministrazione….queste proposte che fai….sarebbe bello…non solo dietro un computer….da sognatore conto su di te….

  24. Ma il tuo “ci vediamo a Viddalba…fai da bravo” è una minaccia? O l’auspicio per una seria discussione vis-à-vis sui temi a noi tanto cari?

  25. o roberto ma mi chi sei maccu…una minaccia.?ma tu sei fora di capu…..non vale pena risponderti…sei svintitau…lu cumprendi lu dialetto…

  26. Giusto per far riflettere sull’operato della nuova amministrazione, sarebbe interessante che qualcuno di loro spiegasse ai Viddalbesi quanto successo durante l’ultimo consiglio , ossia:
    Durante la discusione del punto relativo ai servizi socio assistenziali, su richiesta della minoranza di spiegarne il contenuto, il sindaco non è stato in grado di illustrarlo al consiglio, affermando candidamente di non conoscere l’argomento e che l’assistente sociale era in ferie, fatto questo messo a verbale dal segretario comunale.
    Naturalmente neanche la giunta nè tanto meno il resto sono stati in grado.
    La cosa più sconcertante è che il responsabile del servizio è proprio il sindaco.
    Non è stata proprio una bella figura, che ne dite ?

  27. Sempre nel precedente consiglio è stata portata in discusione la sdemanializzazione di un reliquato stradale nel centro abitato esattamente in via Degli Ulivi nel terreno distinto al Foglio 85 mappali 1543 e 1544;
    Durante la discussione la minoranza ha chiesto che fosse allegata la documentazione relativa alla concessione edilizia relativa alla esistente costruzione, la maggioranza con un pò di imbarazzo ne ha giustificato l’assenza con l’intervento di Deiana Angelo “” è una situazione risalente alla precedente amministrazione, oggetto di sovralluogo e relativo verbale da parte dell’Ufficio Tecnico, che non è stata mai sottoposta al Consiglio Comunale e che oggi si decide di risolvere. Nel rilasciare le concessioni edilizie vengono fatti salvi gli eventuali diritti di terzi;””

    Ma vi pare possibile che il progettista prima richieda ed ottenga la concessione edilizia su un terreno attraversato catastalmente da una strada comunale, realizzi la costruzione per poi richiederne la sdemanializzazione?
    Così facendo lasciano fanno pensare a delle irregolarità nell’ottenimento della concessione visto che ora ne richiedono la sdemanializzazione rafforzandone con ciò il dubbio.
    Ed il fatto di non aver allegato la documentazione agli atti impedendone la verifica non vanno nella giusta direzione.
    Eppure se la sono approvata, ma con quali rischi ?

    che ne dite ?

  28. Nella riunione di Consiglio del 18 u.s. sono state discusse le dimissioni da Consigliere di Arras Enrico che mantiene la delega di assessore, egli è stato surrogato da Spano Giancarlo, primo consigliere eletto.
    Fin quì nulla da eccepire, si sapeva perfettamente-
    Quello che deve far riflettere è che per la terza volta consecutiva il sig. Spano ha sfruttato l’elezione a Consigliere Comunale per evitare il ritorno a Livorno, sua sede di lavoro.
    Ma tant’è la sua campagna elettorale si è incentrata proprio sul suo trasferimento in modo spudorato.

    Quel che ha fatto in questi dieci anni è noto a tutti, riuscirà infine a far qualcosa ed a discutere o si limiterà ad alzare la mano ed a chiedere le giustificazioni per l’assenza dal lavoro ?

  29. e che lo vogliamo rispedire a Livorno questo povero ragazzo….insomma anche l’evitare lo “spopolamento” di Giuncana è un risultato positivo…che poi che come consigliere nell’ultimo decennio non abbia lasciato traccia alcuna del suo operato (oltre la presenza) ….dobbiamo essere pazienti con il tempo qualcosa anche lui la proporrà……diamogli tempo signori non si sà mai nella vita….magari riesce a dipingere qualche tela e gli sparano una mostra estemporanea (di..dentro/dentro…chi)

  30. Caro critico…Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia.vorrei dirti che è mia ma questa citazione ma in verità è di Otto von Bismarck….uno di voi se ne impadronirebbe…nel copiare non avete eguali….detto ciò…voi continuate anche dopo le elezioni a riempirvi la bocca e l’anima di bugie ed odio….riscaldando l’ambiente di un paese già caldo….facendo campagna elettorale o quasi sperando in un ballottaggio….signori mie le elezioni sono finite….
    riguardo al vecchio consiglio…io c’ero….le spiegazioni sono state date in generale…sull’analicità a mio avviso ci si poteva spendere 2/3 ore a leggere il faldone con tutte le direzioni riguardanti il famoso PLUS….famoso nella grande viddalba….ma gente povera come voi…di cattivo stile è andata gonfiar questa storia,come una vittoria,ricordo ancora gli occhi del vostro leader,che tra una pallina e l’altra riesce a trovar la forza di fare “rompipalline” per farvi esultare,godere,sollevare,e poi però inizia la discesa,la realtà,il piacere diventa amaro,e queste povere persone che vedevano il “COMUNE” come una squadra di calcio da tifosi sconsolati,abbassano la testa,le bandiere,e tornano a casa…. tornando a noi caro critico, nel consiglio è anche successo che,è stata portata in discusione la sdemanializzazione di un reliquato stradale nel centro abitato esattamente in via Degli Ulivi nel terreno distinto al Foglio 85 mappali 1543 e 1544;non sono bravo in questa materia,sò che riguarda la vecchia amministrazione,pagherà tore ara o pischedda l’ing…..si faranno la guerra in casa…..e adesso arriviamo al mio punto preferito.PUNTO 3
    SPANO GIAN CARLO…lasciamo stare la stima personale,lasciamo stare che ha moglie e una figlia se non sbaglio…ma prendiamo in considerazione quello che è successo,ha vinto l’elezioni,fà parte di un gruppo,e seguendo ciò che concerne la legge,si è fatto di tutto per trattenerlo a viddalba,ad impegnarsi per il paese,per la sua giuncana…e sarà pure un parere personale,forse un inizio,ma giuncana mi è sembrata più viva,sono bastate poche manifestazioni,ma come ho detto prima è un inizio,e gente come il sopra citato,hanno contribuito in maniera eccelsa…..prima di finire…vorrei dirti…e voi c’eravate a giuncana?oppure eravate impegnati nella sagra dei voti persi alla sezione???rintanati,tristi,dolenti,e incazzati con tutto il mondo???vi rendete conto che questo è triste,macchine graffiate,giovani che non escono,che non passano più in paese,bisognerà per continuare la storia di prima,la famosa tessera del tifoso…..e non andate più alla sezione,mi vergogno a passare davanti….finisco con citazione…Chi è nell’errore compensa con la violenza ciò che gli manca in verità e forza…abbiate la forza di capire…e di aiutare viddalba…non di renderla……….come una mela,divisa in due,anzi una mela no…non configura l’esato,come un arancio,sette spicchi a noi e tre a voi….

  31. Dunque.
    Ho letto con attenzione la risposta ai miei commenti, Risposta formulata in modo confusonario e disarticolata ma nel contempo ricca della solita arroganza ed imponenza di chi finalmente ha vinto e gode.
    Non metto in dubbio la Vs. vittoria ne la sconfitta degli altri, guardo la politica con distacco, per questo posso permettermi di criticare l’operato di chiunque.
    Ma veniamo ai punti caldi della questione politica.
    Per quanto riguarda il PLUS, il sindaco ha portato in consiglio la discussione del punto e l’ha fatta votare non conoscendo l’argomento, tant’é che lo ha anche ammesso come risulta dal verbale del consiglio che dovresti leggere bene o stare bene attento allo svolgimento della discussione in aula se come dici eri presente.

    Per quanto riguarda la sdemanializzazione del tratto di strada devo rassicurarti, nel caso di indagini che auspico, non pagherà Ara Tora che ha l’incarico ed il ruolo di istruttore amministrativo e non pagherà nemmeno il resp. del Servizio Tecnico ing. Pischedda, perchè il rilascio della concessione avviene a seguito della presentazione della documentazione prevista da parte del richiedente, cui segue la discussione nella commissione edilizia la quale in caso di anomalie progettuali o carenze nella documentazione, sospende la pratica o la boccia, cosa che in questo caso non è avvenuta.
    Il progettista in questo caso ha verificato che il lotto da edificare fosse libero da impedimenti sul PUC e la stessa cosa avrebbe dovuto farla anche sulla carta catastale, in cui si è per forza dovuto accorgere che vi era la strada demaniale seppur in disuso da decenni.
    Per ovviare a ciò si sarebbe dovuto sospendere la pratica richiedere la sdemanializzazione e una volta ottenuta ripresentare il progetto.
    Questo avrebbe sicuramente portato via molto tempo per cui si è scelta un’altra via per aggirare il problema.
    Quel che conta è che è una esclusiva responsabilità del progettista, tant’é che ora per sanare a posteriori l’abuso hanno presentato la richiesta di sdemanializzazione e per evitare problemi e discussioni in consiglio hanno pensato bene di non allegare gli atti relativi alla costruzione esistente come invece necessario.

    E veniamo al punto dolente di Spano Giancarlo.
    Capisco i suoi problemi legati alla famiglia ed alla distanza della sua sede di lavoro, peraltro comuni a tanti giovani anche nel nostro paese, giovani che però non sfruttano a proprio vantaggio la nomina di consigliere per avere avvicinamenti dalla sede di lavoro.

    Ci si aspetterebbe da un consigliere eletto che partecipi alla vita politica, faccia sentire la sua voce, proponga iniziative ecc., cosa che lui non ha mai fatto nei due mandati già conclusi.
    Per quanto riguarda Giuncana, non mi sembra abbiate fatto granché a parte qualche lavoretto, le feste ci sono sempre state e spero continuino.

    La presenza Vs. a questi festeggiamenti e non solo era scontata, infatti tutti lo hanno notato.
    Si è avuto modo di osservare in giro personaggi che da decenni non si vedevano nelle vie e nelle piazze del paese aggirarsi orgogliosi e fieri altri si sono visti lavorare nell’organizzazione e se questo ne è il risultato posso anche io essere felice della vittoria di Vito Ara.

    Dobbiamo però chiederci del perché sino ad ora tranne qualche raro caso questi signori solo ora hanno iniziato a partecipare alla vita del paese o meglio perché sino ad ora avessero preferito non parteciparvi, disinteressandosi di tutto.

  32. ma chi le ha vinte le elezioni????secondo me sei disarticolato tu,maniaco ed ignorante…non sai accettare…..riguardo a giovani,noi di certo non li ricattiamo come avete fatto voi per candidarsi….con IL LAVORO A VITA(s.f)senza fare nomi….noi non costringiamo le persone a votare un individuo….non abbianmo voti di sezione….noi non andiamo a minacciare per le case….quella è arroganza…noi non abbandoniamo il 118….avete abbandonato in massa il 118,e tu ti poni a fa li romanzini a noi???siete finiti….vi siete distrutti da soli….continua a criticare il mio modo di scrivere…ma io non sono come te…tu non sorridi..continui a seminare odio….un altra cosa…noi nonm trasformeremo il comune come una cooperativa familiare….e tu lo sai bene cosa voglio dire….un altera domanda,ma chi le ha vinte l’elezioni?

  33. Credo che dopo questo ultimo commento ci siano pochi dubbi sulla difficoltà di impostare un ragionamento che vada oltre le tifoserie. L’errore che commette chi appartiene allo shieramento vincente è sempre quello di pensare di essere esente da critiche perchè forte dell’investitura popolare. Errore che è sempre stato uno dei punti di forza del discorso berlusconiano (è la gente che mi vuole). Il potere a quanto pare acceca oltre che logorare. Il fatto di partecipare al consiglio comunale da semplice cittadino ed esercitare il diritto/dovere di critica viene visto da chi amministra come un oltraggio o peggio ancora come una mancata accettazione del verdetto elettorale. La critica quindi è vista semplicemente come espressione dell’invidia piuttosto che un tentativo di ragionamento sull’operato della nuova amministrazione o un mero atto informativo, ovviamente parziale, di alcuni cittadini più attivi che altri. Mi sembra che sia una pericolosa deriva quella di dare addosso ai critici invece che ai criticati, per il semplice fatto che sono i criticati ad avere il potere e a prendere le decisioni anche per chi non ha scelto di votarli. E’ invece legittimo e positivo il fatto che ci sia ancora chi ha la voglia e la forza di operare una forma di controllo sui provvedimenti amministritativi sottoponendoli all’opinione pubblica che man mano giudicherà chi è all’altezza di amministrare e chi invece non lo è. Quindi ben venga chi continua a controllare, seminare dubbi, informare e informarsi. Solo così chi amministra può dedicarsi ad accogliere le domande che vengono dai cittadini e tradurle in risposte (e rispondenze) adeguate.

    R. O.

  34. questo “critica al critico” dopo lo sforzo profuso, a forza di citazioni, nell’ottica dell’amore contro l’odio (ovviamente anche a viddalba esiste il partito dell’amore)e di ragionamenti un pò scoordinati e un pò fuoritema, ci omaggia finalmente del suo meglio.
    Reazione alquanto scomposta, non si riesce neanche a capire tutta questa “incazzatura”…..mi sorge un dubbio ma non sarà questo il misterioso imbrattatore di mura (ricordarsi di 5 anni fà e magari qualche opera estemporanea pre-elettorale dell’ultima tornata) che tra la chiesa di san leonardo e altre sue opere ci fece capire come si accetta una sconfitta elettorale….
    Forse parlare di quello che succede nel Consiglio Comunale o ancor peggio sapere che c’è anche un opposizione che prende posto tra i banchi, non mi sembra poi così inappropriato e consiglierei al nostro amico di riordinare le idee, godersi la vittoria ma pensare di meno……che probabilmente, malgrado l’encomiabile impegno, l’abitudine è poca. Buona notte a tutti!

  35. ha usato dei toni civili e pacati, è uno imparziale soprattutto quando dice non andate in sezione!
    eppoi questa storia dei voti di sezione ha proprio stancato.. chiedete chi ha votato vito, chiedete se non hanno promesso dei voti a dei candidati, o pensate che i Viddalbesi non sappiano che anche la lista numero 1 ha un blocco di voti che non si è mai spostato.
    E proprio quest anno dovreste finirla visto che persone storicamente legate alla sezione hanno deciso di candidarsi con l’altra lista.
    e poi questa storia delel promesse: ma ci credete davvero?? io ricordo che i genitori di una candidata della lista n°2 non si sono presentati alle urne sarà un caso che un loro figlio e fratello della candidata lavori perl’impresa del sindaco.
    per quanto riguarda la sdemanizzazione è bene ricordare che il progettista è angelo deiana il quale ha serenamente presentato la questione ( omettendo di dire chi fosse il progettista: lui stesso,altrimenti avrebbe dovuto abbandonare l’aula).
    STRANO però: prima si chiede la concessione edilizia, si ccostruisce la casa, dopo,,,, dopo le elezioni si chiede la sdemanizzazione.
    e il bello è che Angelo che sa benissimo di essere in torto ha detto: è un errore commesso quando tu eri sindaco( RIFERENDOSI AL NOSTRO LEADER::: ancora parli di queste cose, allucinante). Ma dopo 10 anni di amministrazione l’assessore Deiana ancora non sa che il sindaco non ha nulla a che fare con l’ufficio tecnico?
    buon lavoro a tutti, insultiamoci di meno e costruiamo costruiamo

  36. La discussione si è evidentemente animata perché ha toccato nervi scoperti.
    L’unica risposta possibile è come al solito l’insulto e la provocazione.
    Per quanto riguarda la sdemanializzazione della strada se non lo hai capito, la vicenda può avere risvolti alquanto spiacevoli per le figure coinvolte e non vado oltre.

    Quel che sorprende è la disinvoltura adottata nella vicenda, come se fosse una cosa normale priva di alcun significato, ma non è così.
    Se vi sono state anomalie nella presentazione dei documenti finalizzati al rilascio della concessione edilizia, questa è una responsabilità esclusiva del progettista.

    Il resto da quel che ho letto è un attacco farneticante ed insensato che poco ha a che fare con il vivere civile.

    Certo, l’aver abbandonato il 118 lo considero anche io un errore, almeno per come è stato attuato a ridosso delle elezioni.
    Ma bisogna entrare nella psicologia delle persone per capire come si sentivano dopo gli innumerevoli attacchi a loro rivolti, perché gli può esser detto di tutto, che erano presenti in ogni attività del paese, politica o civile che fosse, ma nel bene e nel male hanno contribuito e tanto a far sì che tante attività andassero avanti, dallo sport al 118 alle feste ed all’impegno sociale.
    Ma dove erano chi li ha criticati, nascosti fra le mura di casa o comodamente in giro a guardar gli altri lavorare.

    Come sono stati ripagati?, con un cappio poggiato sulle scale, con insulti ed un’auto che con il megafono ha girato il paese insultandoli per aver lasciato il 118.

    Ora è venuto il momento di agire, chi è disponibile si faccia avanti e dimostri quel che sa fare.

    Per quanto riguarda le pressioni, vorrei ricordare che probabilmente nessuno ne è esente, ognuno di noi ha le sue colpe, da parte mia vorrei segnalare le pressioni subite dai lavoratori e quelle subite dalle piccole imprese nonché dai fornitori di materiali ed attrezzature.
    Vorrei evidenziare le pressioni sui nostri candidati e sulle loro famiglie, alcuni dei quali hanno rinunciato proprio per il lavoro.
    Pressioni che solo portatori di interessi economici importanti possono aver esercitato, coinvolgendo tutto ciò che vi ruota attorno.
    L’esempio del genitore che ha preferito non andare a votare la figlia è illuminante.
    Ma davvero pensate di essere esenti da tutto ciò e di essere immacolati?.

    Questo comportamento da chiunque venga posto in atto è immorale oltre che contro la legge.

  37. in riferimento alla questione di questa sdemanializzazione il geom. deiana da quello che ho potuto capire è il progettista della casa che stanno costruendo su questa strada….come mai era presente a dare risposte su una questione che lo vede palesemente coinvolto??….non mi quadra qualcosa…qualcuno sà spiegarmi se è lecito?

  38. Conterà pur quelacosa il volere della gente,una vittoria cosi schiacciante dev’essere rispettata,invece caro il mio critico,tu e i tuoi compagni l’avete messa in dicussione dal giorno dopo….per questa sdemanializzazione sembra quasi che debba cadere il comune,cerchi risposte su una cosa che a mio parere e ripeto a mio parere è effimera,ci si potrebbe soffermare a 35 anni di storia,entrare a spulciare,e spolverare tanti scheletri,che ti farebbero passare tutta questa voglia di fare il critico,perchè tu non critichi…tu sei di parte come me…noi siamo di parte,siamo schierati.adesso ti lascio il palcoscenico,ti lascio questo blog,è l’unica cosa che ti è rimasta,adesso puoi abbaiare quanto vuoi,da ora in poi se vuoi delle risposte,esci allo scoperto,e lo farò anch’io….usando i nostri veri nomi….allora si che ci si potra confrontare in maniera educata e chiara,lasciando a casa quella famosa parte politica….questo se avrai il coraggio di farlo,farà bene al paese,ma io e (invito tutti gli altri) non risponderò ad una maschera. saluti.

  39. da oggi si crtica,si danno idee,ci si confronta,solo con la vera identità…..in effetti i nickname sono fantasiosi….da oggi chi vuole scrivere,a mio avviso deve metterci la faccia.io lo farò dalla prossima volta…. ma non risponderò ad una maschera,risponderò alla persona interessata…..
    saluti

  40. Un applauso a critica al critico. Un pò di chiarezza farebbe bene a tutti.
    Mi sorge un dubbio: come mai parli di ” questa storia della sdemanizzazione” come fosse una cosa da nulla. Perchè non rispondi alle domande poste invece di glissare sull’argomento?
    Perchè non dici se effettivamente Deiana essendo progettista avrebbe potuto spiegare l’argomento come in realtà ha fatto???
    Sono queste le cose inconcepibili.
    Quando uno solleva una questione viene subito attaccato o ignorato.
    Quanto domande senza risposta ha posto Roberto Oggiano??
    Quante ne ha posto critico??
    E chissà quante ne hai posto tu o altri a cui nessuno ha mai risposto.
    Per questo dico che ci vuole chiarezza

  41. Il tutto mi meraviglia un pò, in genere a questo punto della discussione spuntava l’offerta di un caffè…….cosè zi l’emmu cumpritu?

  42. Finalmente una persona seria.

    Uno che nascondendosi non ha avuto il coraggio di mostrare agli altri la propria identità e trovandosi a corto di risposte pretende dagli altri di mostrare la propria identità.

    Sino ad ora ben poche persone hanno avuto il coraggio ed io dico la voglia di firmare le proprie dichiarazioni.
    Di te caro amico non si sentirà la mancanza.
    Comunque pui tranquillizzarti, non cadrà il comune per questo, ma se come penso anche tu credi nella negalità auspicherei un controllo da parte dell’attuale maggioranza sugli atti compiuti dalle amministrazioni precedenti.
    Sarebbe un atto di trasparenza verso i cittadini.
    Per certo posso dire che tanti a Viddalba sono i cittadini che in un modo o nell’altro hanno ottenuto dal comune pur nei limiti della legalità ma sempre nella discrezionalità di chi amministra.
    Cittadini che poi quando ricevono un no per cose che scoprirete anche voi non possono essere concesse, ti si rivoltano contro.
    Ma questo non succede solo a Viddalba è l’uomo che è così o meglio una buona parte.
    Ma attenti, sul carro dei vincitori sono in tanti ad essere saliti, ma quando le aspettative non vengono rispettate fanno in fretta ad abbandonare il carro.

  43. Il nostro “critica al critico” a gettato la maschera…. sento già la nostalgia della sua chicca al punto 31… peccato se non fosse per il suo essere così permaloso…..con questa storia della sdemanializzazione, io penso tuttavia che la casa che stanno costruendo sul terreno incriminato sia una figata….scherzi a parte bisognerà aspettare a carnevale per avere notizie del nostro amico? buona notte a tutti

  44. ah ha gettato la maschera? a me personalmente sa tanto (ancora) di campagna elettorale.
    Mi spiego meglio: prime delle elezioni questo blog è stato usato per provocare reazioni, per gettare discredito sulla lista n°2, ricordate la storia del programma elettorale? o la storia del distributore di giubbotti arancioni?
    E ora? ora che succede? ora ( a soli 3 mesi dalle elezioni) già si scoprono i primi altarini, e vicende come quella della sdemanizzazione è meglio che non siano di pubblico dominio, è meglio abbandonare il blog onde evitare il diffondersi di notizie controproducenti per la nuova amministrazione.
    Bella mossa! Almeno si dice con franchezza di essere di parte. Almeno quello!
    E al prossimo problema che si fa?? tanto dal consiglio comunale non si scampa.
    Sarebbe più opportuno per tutti che si capissero finalmente i ruoli:
    1 il sindaco e l’amministrazione hanno il diritto dovere di amministrare ( non governare), di commettere errori e cercare di fare sempre il meglio per Viddalba e i Viddalbesi.
    2 la minoranza ha il dovere di vigilare sull’operato della maggioranza, di criticarne l’operato e di proporre le proprie idee.
    3 i cittadini che non fanno parte delle due fazioni tra 5 anni sceglieranno gli amministratori che più hanno agito per il bene del Paese.
    E’ pura utopia?
    Speriamo di no

  45. Trovo triste parlare di politica in un paese come Viddalba,e giudico ancor più triste il CRITICARE un amministrazione comunale all’esordio di un lungo percorso,dove non solo non ha commeso illegalità,ma non ha ancora commesso nulla….ne bene,ne male….sagre a parte.Giudico anche di nodale importanza il fatto che nella passata tornata elettorale,i soliti abili giocatori di scacchi non hanno azzeccato i pronostici.Il voto finale ha sorpreso tutti, chi in bene,chi in male,ma questo non mi riguarda,in quanto 224 o 50 voti danno la vittoria comunque…..ma questa volta le famiglie non hanno funzionato,i figli si sono ribbellati ai padri,e sopratutto i padri hanno creduto nel volere dei figli…dei giovani…ma come ho scritto pocanzi non m’interessa.Al di là di tutta la mia allegrezza,spero che questa amministrazione non mi deluda.Io ero stanco di vedere sempre le stesse cose,ed in merito vorrei delle risposte.
    a)perchè a viddalba lavorava sempre la stessa impresa edilizia??????nonostante nel paese ci siano altre piccole medie imprese.
    b)perchè ci si ricorda dei disoccupati solo l’ultimo anno e pochi mesi prima delle famose elezioni?
    c)per avere un posto nel comune di viddalba e tutto ciò che ha attinenza ad esso,basta un titolo di studio,oppure era obbligatoria una parentela?se si, che grado?
    d)è permesso pensare che dopo le numerose dimissioni dal 118,ci sia stato sotto un disegno politico?
    saluti.non sono gradite da entrambe le parti risposte da stadio

  46. SALVE A TUTTI!NOTO CON DISGUSTO CHE ANCORA GLI ANIMI SIANO COSI BOLLENTI….QUANTI ANNI DOBBIAMO ASPETTARE PERCHE TORNI LA PACE A VIDDALBA!!MA NN SAREBBE ORA D METTERSI IL CUORE IN PACE E PRIMA D CRITICARE SI DIA LA POSSIBILITA D AMMINISTRARE D LAVORAREE D METTERE ALLA PROVA CHI COME TANTI ALTRI SONO ALLA PRIMA ESPERIENZA..O FARE PARTE D UN CONSIGLIO D MAGGIORANZA E SINONIMO ESCLUSIVA E DIVINITA!!!!UNA MIA CONSIDERAZIONE PERSONALE O APPUNTO…CI SI OSTINA A CRITICARE A FAR SI KE OGNUNO FACCIA IN MODO D SCREDITARE L ALTRO!CHI HA AMMINISTRATO PER 35 ANNI…NN SIAMO NOI EH…PENSO KE LE CRITICHE E I COMMENTI DOVREBBERO ESSERE INTERPRETATE COME UN BUON FERTILIZZANTE PER POTERSI MIGLIORARE E VITARE D COMMETTERE GLI STESSI ERRORI!SI PARLA D SDEMANIALIZZAZIONE D LIMITI D LEGALITA ECC…FORSE E MEGLIO SE SI SORVOLEREBBE SU CERTI DISCORSI!NN FAREBBE BENE AL PAESE!!RICORDO NN ABBIAMO AMMINISTRATO NOI PER 35 ANNI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  47. Bene. Ora se il Consiglier Careddu dopo essersi dotato si identità di volesse dotare pure di ortografia non guasterebbe. Scrivere in maiuscolo infatti è da sempre equivalso ad urlare nel linguaggio informatico. E noi abbiam bisogno di urlare? Certo che no. Intanto io vado a rileggermi i commenti pubblicati dallo stesso con svariati nick name per farmi delle fragorose risate. Amare.

  48. Ad esempio questo, pubblicato con nick name, è un commento del consiglier Careddu:

    ma chi le ha vinte le elezioni????secondo me sei disarticolato tu,maniaco ed ignorante…non sai accettare…..riguardo a giovani,noi di certo non li ricattiamo come avete fatto voi per candidarsi….con IL LAVORO A VITA(s.f)senza fare nomi….noi non costringiamo le persone a votare un individuo….non abbianmo voti di sezione….noi non andiamo a minacciare per le case….quella è arroganza…noi non abbandoniamo il 118….avete abbandonato in massa il 118,e tu ti poni a fa li romanzini a noi???siete finiti….vi siete distrutti da soli….continua a criticare il mio modo di scrivere…ma io non sono come te…tu non sorridi..continui a seminare odio….un altra cosa…noi nonm trasformeremo il comune come una cooperativa familiare….e tu lo sai bene cosa voglio dire….un altera domanda,ma chi le ha vinte l’elezioni?

    A voi i giudizi.

  49. scusa roberto ma non sto capendo alcune cose: perchè dici che i commenti di critica al critico sono gli stessi di Careddu? non hanno lo stesso nickname.

  50. e invece caro robystereo anche se credi di essere invicibile….ora ti sbagli…critica il critico…sono io…controlla l’indirizzo…va bene professor oggiano????mi chi sei un truddioni…ti sei sbagliato…..

  51. IP statico = 1 pc = 1 indirizzo, approssimativamente il concetto è questo…..l’unica cosa che mi sorprende è che non si voglia capire che in un consiglio comunale c’è la maggioranza e c’è l’opposizione, ma la cosa più sconcertante e che non lo capisca un membro del consiglio….forza inter….forza Piermario.

  52. Piermario dovrebbe chiedersi perchè nonostante il suo ottimo riconoscimento personale ( 87 preferenze), gli è stato preferito come assessore un’altra candidata, che ha ottenuto 45 preferenze, non risultando eletta ma nominata lo stesso assessore ( dopo necessaria modifica dello statuto).
    Assessore con delega allo sport, proprio l’incarico più adatto a Careddu.
    Invece di stare qui a sparlare di fantomatici scheletri negli armadi, ripensi a queste cose. Probabilmente mentre lui andava a cercare consensi, altri candidati si accordavano per gli incarichi amministrativi.
    Dimostrando quantomeno più furbizia del neo capogruppo di maggioranza.
    A proposito qualcuno può spiegarmi gentilmente quali sono le prerogative di questo ruolo?
    Conosciuto ormai il meccanismo, per le prossime elezioni amministrative ci sono 2 soluzioni:
    1 accordarsi prima
    2 prendere molti più voti in modo da poter essere considerato un valido componente di giunta.
    Ma penso che gli accordi prevalgano sia sulle qualità specifiche che sul riconoscimento personale.
    Basta parlare prima!

  53. Bene. Curiosone esordisce così:

    Trovo triste parlare di politica in un paese come Viddalba,e giudico ancor più triste il CRITICARE un amministrazione comunale all’esordio di un lungo percorso

    In questa frase c’è la summa del pensiero di chi teoricamente è partito di maggioranza. Purtroppo non so chi pronuncia queste parole quindi non so collocare il soggetto. Non vedo perchè sia triste parlare di politica a Viddalba, ma so che questo pensiero è stato espresso da numerosi candidati della lista vincente ovviamente molto prima di essere candidati. La politica è triste, è noiosa, faiddemmu di femini e di (fanta)calcio. Al massimo se dobbiamo parlar di politica lo facciamo parlando di affari. Perchè è con questo che la maggior parte delle persone nel partito di maggioranza identifica la politica: fare affari. Il curiosone poi giudica triste CRiTICARE un’amministrazione comunale all’esordio di un lungo percorso. Mi chiedo perchè. Vi annoierò ripetendomi ma credo che quello di criticare l’amministrazione sia compito di tutti i cittadini, chiamati dal dovere civico a controllare l’operato di quest’ultima. Chi amministra non può e non deve aspettarsi compiacenza nei cittadini ma deve sentirsi sempre e comunque sotto osservazione; gli elettori non sono dei semplici fantocci chiamati in causa una volta ogni 5 anni, ma hanno delle richieste (che non devono essere per forza particulari, nel senso machiavellico di parte). Chi amministra deve quindi assicurare la tutela del bene comune. Come si decide cosa sia il bene comune se non parlandone? O deve essere prerogativa solo di pochi parlare di politica e criticare le scelte di ogni amministrazione? Nonostante sia triste parlare di politica il curiosone come tutti noi ci casca e pone le seguenti domande ma si dimentica di dire a chi.

    a)perchè a viddalba lavorava sempre la stessa impresa edilizia??????nonostante nel paese ci siano altre piccole medie imprese.
    b)perchè ci si ricorda dei disoccupati solo l’ultimo anno e pochi mesi prima delle famose elezioni?
    c)per avere un posto nel comune di viddalba e tutto ciò che ha attinenza ad esso,basta un titolo di studio,oppure era obbligatoria una parentela?se si, che grado?
    d)è permesso pensare che dopo le numerose dimissioni dal 118,ci sia stato sotto un disegno politico?

    Io ad esempio potrei risponderne solo ad alcune.
    Riguardo la domanda a) vorrei sapere qual’è l’impresa a Viddalba che secondo lui monopolizza il mercato. Mi sa che se c’è una grossa impresa edile che lavora tanto è quella del nostro sindaco. E non credo che il cambiamento tanto sospirato la gente lo abbia voluto per far lavorare di più questa o quella impresa edile.
    La domanda b) me la sono posta più volte anche io ma credo che sia da porre anche alla nuova amministrazione composta e appoggiata come ben sappiamo da padroni e padroncini.
    Alla domanda c) risponderei che i titoli di studio e il grado di istruzione non sono un argomento da toccare da chi sostiene la Giunta Ara. La sostanziale mancanza di cospicui titoli di studio, o meglio di cultura, ha contrassegnato tutte le amministrazioni e questa in particolare. Mi azzardo a dire che molte persone che fanno parte della maggioranza sono degli analfabeti e proprio in questa sede ne han dato ampia dimostrazione. Bene, non è detto che buona amministrazione significhi per forza cultura letteraria, tecnica e scientifica; però secondo me aiuta.
    Alla domanda D: certo! È permesso pensare! Ma non credo di poter rispondere io dato che dal 118 me ne son sempre tenuto lontano e non c’è da vantarsene.

    R.O.

  54. L’impresa Ara è stata mai vista prendere appalti pubblici a Viddalba? Curiosone dice che a Viddalba ha sempre lavorato la stessa impresa edile ma in ambito di lavori pubblici. O cosa vogliamo far decide all’amministrazione anche l’impresa che deve costruirmi la casa? Per quento riguardo il tuo attacco a Careddu, dove lo accusi di aver scritto con diversi nick solo perchè l’indirizzo Ip era lo stesso ti dico semplicemente INTERNET POINT, o più semplicemente un gruppo di amici che scrive dallo stesso computer. Per dire da questo indirizzo ip scriviamo in tanti. OOOO ROOOOOOBERTOOOOO per dirla a mo di Pola, non tutti sanno che scrivere in maiuscolo significa urlare, io lo so perchè nei forum e nei blog ci bazzico spesso, Careddu non lo sapeva. Per quanto riguarda gli errori di ortografia be quelli ci sono, ma non credano debbano essere usati per scrdeitare le capacità amministrative di una persona. Davvero vedo i tuoi attacchi infondati e privi di senso. Parli di questo conflitto di interessi, ci sto potrebbe anche esserci ma spetta prima che si verifichino le condizione per poter accusare, altrimenti diventa un processo alle intenzioni. Sarebbe come multare uno che ha il Ferrari perchè ha la possibilitò di andare a 300Km/h. Se ci va multalo ma altrimenti lascialo girare tranquillamente senza rompergli i coglioni.
    E poi Roberto io ti conosco da parecchio tempo, ed ho assistito a tutte le tue evoluzioni, mi ricordo quando eri uno di destra, poi ti ho visto di sinistra, poi ancora anarchico, ora ti vedo contro chi onestamente vince, e non parlo solo di elezioni, parlo di vincere nella vita, parlo di prendersela con chi si è posto degli obbiettivi e li ha raggiunti. Fra 5 anni hai tutto il diritto se questa, amministrazione, dovesse fallire di dire anzi urlare: VITO ARA E LA SUA SQUADRA HANNO FALLITO COME SINDACO,ma per ora ti consiglio di chinare il capo sui libri, che mamma e babbo si fanno il culo per farti studiare,all’università ci sono andato anche io e so quanto costi. STUDIA cazzu chi babbu toiu no ha di trabaddà pa lu macchini toiu

  55. Ecco wikipedia alla voce “conflitto di interessi”

    Si verifica un conflitto di interessi quando viene affidata un’alta responsabilità decisionale ad un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l’imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno visti i propri interessi in causa.
    Il verificarsi di un conflitto non costituisce di per sé prova che siano state commesse scorrettezze, può tuttavia costituire un’agevolazione nel caso in cui si cerchi di influenzare il risultato di una decisione per trarne un beneficio. L’essere in conflitto di interessi ed abusare effettivamente della propria posizione restano però due aspetti distinti: un soggetto coinvolto, infatti, potrebbe non agire mai in modo improprio. Tuttavia un conflitto di interessi esiste a prescindere che ad esso segua una condotta impropria o meno.

    L’ultima frase ci illumina. Vogliamo aprire un thread sull’attendibilità di wikipedia? Fatevi avanti.
    Ripeto ancora che l’università me la posso permettere grazie alla borsa di studio e le pendenze con i miei genitori se permetti me le regolo io. Se ti sta così a cuore la mia condotta studentesca ti mando la fotocopia del libretto universitario così potrai valutare meglio. Il problema però non è la mia persona dato che seppur esprimo le mie idee pubblicamente non mi son candidato ad amministare alcunchè di pubblico e in termini di responsabilità decisionale gravo meno di quanto gravino sulla società i nostri amati amministratori.

  56. lo sai cosa ti dico, chi sei UN PISCIABOTTU,tu se lu più schieratu,lu più malatu,e noi semmu li più macchi chi scrimmu….magnu di fa di da te cosa è gnustu o sbagliatu….curregnimi chistu grammaticalmente.e in wikipedia controlla cosa vò di la paraula CUDDONI…in maiuscolo mi….sidi da dui ori di caminu chi è unu scontro personale contro lu sindagu.ma rottu le balle..tu hai autu calche cosa a divintà cussi

  57. IP SEMPRE UGUALE? hai fatto l’università? hai vinto la sfida? ti sei laureato? mi sà che questa vittoria elettorale suona per tè come una rivincita….hai dovuto cambiare binario? all’università “ci sei andato anche tu” ma da come ne parli non credo che tu abbia riscosso molti consensi e tanto meno credo che tu possa dare consigli a qualcuno. Per fortuna non hai fatto legge visto il goffo tentativo di difesa del Careddu…gli internet point hanno oramai la stessa utilità delle cabine telefoniche, tutti abbiamo un pc….non tutti una dignità, tutti possiamo pensare.. ma non tutti lo facciamo, ritengo sbagliato criticare a priori l’operato di un’amministrazione ma allo stesso tempo considero ancora peggio non accettare le critiche, le domande, i dubbi e quant’altro…. non credo che tu quando “sei andato” all’ università durante gli esami non rispondevi alle domande del professore ritenendole faziose…sempre che tu agli esami ci sia mai andato….almeno rimborsa le spese ai tuoi genitori e bazzica di meno in questi internet point……voglio tuttavia dirti una cosa le elezioni non le hai vinte tu nè tantomeno le ho perse io!

  58. Hai ragione, l’università l’ho mollata, non era la mia strada. Per quanto riguarda gli internet point a differenza delle cabine, se ci sono evidentemente qualcuno li utilizza, visto che essendo aperti da privati non credo lo facciano per perderci. Poi l’internet point era un esempio, ho fatto anche l’esempio di un gruppo di amici che scrive sempre dallo stesso computer… O tirata culta le elezioni ne si vincono e ne si perdono, le elezioni servono a dare un’amministrazione al paese. Però cazz sunendi m’ajju presu un gustu…… Oh a dire la verità mi sono divertito anche prima di vincerle, chissi di la lista di Ara organizzaani robba di festi guai, e jenti chi no v’andaa. Cazz m’ammentu chissa chi emmu fattu illa Capazza, be vi sarani stati 500 passoni..anzi mi sa chi erani 801. Oh v’emmu fattu nieddi… Emmu svaligiatu aPubbliart cumparendi trombetti maglietti banderi… V’era chissu gabriele oggiano chi di tanti richiesti di adesivi chi ha autu era iscendi di capu. E poi chissi di la lista di Ara erani puru più beddu steddi. E palcu chi no aiani la di di lu comizio, chissu Alessandro Ara è un arredatore natu. O maccu ti sogu piddendi pa lu gulu mi. Faiddemmu di cosi seri. MA LI OTTI CA L’HA VINTI?????????

  59. aaju cumpresu chi sei troppu fulbu e troppu beddu, la futtitura è chi ti piazini troppu li festi, li spuntini e l’internet point……..sò cuminzendi li selezioni pà Grande Fratello….altu che l’università!!! una dummanda
    cantu fazi 799+2? però senza sfulzatti troppu!

  60. Caro curiosone mi accingo a dare delle risposte alle tue domande.
    a) perchè a Viddalba lavorava sempre la stessa impresa edilizia??????nonostante nel paese ci siano altre piccole e medie imprese?.
    Non mi risulta che a Viddalba abbia lavorato sempre la stessa impresa edile, in questi anni si sono alternate varie imprese edili a lavorare lavorare nelle quali l’amministrazione aveva fiducia.
    Sono sicuro che la nuova amministrazione comunale se è come tu dici, cambierà la situazione farà lavorare anche altre imprese come è giusto che sia, non ci resta che aspettare e vedere.
    Per il momento abbiamo potuto osservare al lavoro un falegname ed una ditta edile alacremente in quest’ultimo periodo, tra l’altro da quello che si sente dire in giro pare che ci sarà parecchio lavoro per l’edilizia visto che le intenzioni sarebbero di cementificare parecchio.

    b)perchè ci si ricorda dei disoccupati solo l’ultimo anno e pochi mesi prima delle famose elezioni?
    Vero dei disoccupati ci si dovrebbe ricordare sempre e non solo a ridosso delle elezioni, da parte di entrambi gli schieramenti politici.
    Ma ti ricordo che il piano degli interventi viene fatto con mesi di anticipo anno con anno e comunque non si dovrebbero neanche minacciare le imprese, gli artigiani ecc di non affidare loro commesse di lavoro o di ventilare la sospensione di forniture di materiali o peggio il licenziamento, ecc. se non si vota chi di dovere, mentre sappiamo tutti che ciò è successo.
    c)per avere un posto nel comune di viddalba e tutto ciò che ha attinenza ad esso,basta un titolo di studio,oppure era obbligatoria una parentela?se si, che grado?
    Caro curiosone hai ragione a porti la domanda di cui sopra, io aggiungerei, basta il titolo di studio, la parentela o “l’amicizia”? Penso mi darai ragione se dico che deve bastare il titolo di studio; ma come la mettiamo se si ha il titolo di studio, si partecipa a concorsi e si passa legalmente (basta verificare) e sfortunatamente si è parenti del sindaco in carica? Si rinuncia al lavoro? Questo vale anche per il parentado che lavora da anni al momento dell’elezione del parente a sindaco?
    Caro curiosone è molto facile verificare come si ottiene un posto di lavoro in comune o con ciò che ha attinenza ad esso e se si riscontrano favoritismi denunciare la cosa, o è più facile insinuare sapendo bene che le persone alle quali tu ti riferisci i titoli di studio attinenti al loro lavoro li possiedono?
    Perchè se qualcuno si sente leso in un concorso, in una gara d’appalto ecc. non fa una bella denuncia come è consentito dalla legge?
    Viene da supporre che il motivo forse è perchè lui o lei non hanno i titoli per rivestire quel posto?
    Ritieni che invece sia un ottimo lasciapassare la promessa elettorale fatta agli amici?
    Sai circolano alcuni nomi in paese di persone che pretendono il lavoro a loro promesso.
    Come faranno ad ottenerlo, e sopratutto in che modo?
    Hanno i titoli adatti o si cucirà la selezione in modo che siano adatti comunque?
    Si sanno anche i nomi delle persone che dovranno sostituire, potremmo dare un titolo a questa storia (chi?sostituire/ con chi?), comunque se queste persone otterranno il posto come sembra certo, si può parlare di preveggenza o di intrallazzi?
    Ma noi sappiamo che gli intrallazzi possono essere denunciati perchè come detto sopra si può verificare.
    d) e’ permesso pensare che dopo le numerose dimissioni dal 118, ci sia stato sotto un disegno politico?
    Troppo comodo pensare ad un disegno politico, perchè non rifletti su quanto successo durante i vostri giustissimi festeggiamenti?
    Che dite, forse avete esagerato un po’, da quanto risulta siete andati sotto le finestre di queste persone a dire loro che erano dei dittatori e che ormai la dittatura era finita, lasciando anche dei bei doni.
    Io vedendo tutto al di fuori, penso che probabilmente queste persone dopo tutto questo abbiano agito d’impulso e molto probabilmente se le acque si fossero calmate, dopo un primo momento e riflettendoci avrebbero anche potuto ritirare le dimissioni.
    Voi invece calmare gli animi avete pensato bene di fare un’altra bella scorrazzata in paese con il megafono a denunciare la cosa.
    Ritengo che questo non sia il miglior modo di risolvere le questioni, io pensavo che certe cose si risolvessero con una riunione nella sede preposta, dove credo i soci abbiano rassegnato appunto le loro dimissioni.

  61. A proposito di promesse, ultimamente si sente in giro un certo via vai di personaggi che in un modo o nell’altro hanno partecipato ai colloqui per lavorare nello stabilimento termale.
    Sarebbero poco più di una ventina, alcuni dei quali con tanto di raccomandazioni scritte.
    Che dite, saranno distribuiti equamente fra i due schieramenti o tutti dello schieramente vincente?

    Staremo a vedere ma nel frattempo mi sembra di capire che stiano cadendo nello stesso errore di cui accusavano gli altri anzi sembrano anche riuscirci meglio.

  62. risposte di parte….inizi la frase sempre con un “si sente in giro”…..riguardo alle terme..riguardo a raccomandazioni,potrei farti 2 esempi….uno è quello di un amico del ex sindaco che per caso lavora alle terme…e l’altro e quello di un candidato della lista n.1 che dopo anni a cercar lavoro guarda caso passate l’elezioni ha trovato lavoro come “promesso”…..e tutto ciò non si sente in giro…lo si può vedere….
    non si possono paragonare 35 anni anni a 3 mesi…fai da bravo e aspetta…ma se ti va ci sono tante cose sulle quali parlare….intrecci…. intrighi….posti di lavoro….costi esagerati….ma si sente in giro la nuova amministrazione mangerà di più….e chissà chi le dice queste cose…(magari tu….)
    Saluti

  63. Si infatti, è giusto abbassare i toni e soprattutto il lavoro è il lavoro.
    A me personalmente non stupisce vedere al lavoro nello stabilimento termale il padre di un candidato della lista n°2 nonchè fratello del sindaco del comune limitrofo.
    Il lavoro è lavoro appunto e di questi tempi menomale che un pò ancora c’è.

  64. no no….è un “parente”dell’ex sindaco di viddalba…..non viddalbese…ed che lavora alle terme….senza fa nommi…..mi dai una spiegazione a questo?????sull’abbassare i toni concordo….ma adesso basta…
    si ve di faidda si faedda….e vi ne di faidda….
    lasciate amministrare in pace,quando avrete qualcosa di serio da “denunciare”fatelo….di serio….ci si scontra su cose,che grazie A Dio non c’è storia…siete troppo forti….e 35 anni che mangiate…mi dovete mettere in testa che il paese vi HA BOCCIATO……224 voti. sò meda. Nessuno aveva previsto una cosa del genere.
    Quindi perchè da oggi al posto di inventare false critiche non si propongono IDEE?????

  65. Innanzitutto il sale della democrazia è la critica o vorresti mettere in dubbio che in qualsiasi Paese del mondo o in qualsiasi paese d’Italia non vi sono persone che criticano l’operato dell’amministrazione in carica??
    Anche tali persona sono fuori di testa?
    Detto ciò il grande risultato elettorale non è sinonimo di futura buona amministrazione, anzi a volte quando un amministrazione ottiene un largo consenso a delle elezioni amministrative, solitamente nelle successive fatica ad ottenere un brillante risultato.
    Ti prevengo: con questo non voglio assolutamente dire che la nuova amministrazione non possa operare per il meglio o non ne ha le capacità, ti posso assicurare che non sono stupido e soprattutto sarei fazioso.
    Questo avviene perchè la popolazione ripone nella amministrazione delle aspettative superiori alla media con una conseguente delusione che si tramuta nel non accordare il sostegno nella tornata successiva.
    L’attuale governo nazionale ha ottenuto il più ampio consenso nella storia della repubblica italiana eppure ormai vive alla giornata, anche per situazioni ambientali a esso esterne ( vedi la crisi economica globale).
    Ti riferisci a false critiche? ti ricordo che vi sono varie forme di lavoro, non solo il lavoro dipendente.
    Vorresti negare che il soggetto nominato nel precedente commento non svolga del lavoro nello stabilimento termale?
    Attenzione non dico sia sbagliato, dico solo che non è un peccato e soprattutto per quanto mi riguarda quando si scaglia la prima pietra bisogna essere sicuri di quello che si dice onde evitare successive figuraccie.
    Detto questo la neo amministrazione deve ( e ha tutto il diritto di farlo) lavorare, lavorare e lavorare, senza pensare a ciò che è successo ma mettendo le basi per un futuro migliore per Viddalba e i Viddalbesi.
    Se così sarà ( e non dico che non può accadere) nelle successive tornate elettorali la popolazione confermerà la fiducia.
    In democrazia di solito funziona così.
    ti sembrano idee sensate?

  66. che cosa consiglieresti di fare alla nuova amministrazione?questa è una domanda per tutti.

  67. comunque visti i risultati probabilmente porta più voti la “paura di perderlo” che “le promesse di darlo”…..il lavoro….o no!

  68. Saggia risposta, di “Ticata Culta”

    Di parte lo sono e lo riconosco.
    Ammetto anche di non essere entusiasta di come si è sviluppata la campagna elettorale e delle promesse più o meno veritiere, che si dice siano state fatte da entrambe le parti.
    Questo mercimonio non fa onore a nessuno così come non è dignitoso ricorrere alle raccomandazioni per ottenere un posto di lavoro così come tutti avrebbero diritto di avere.

    Se non ci riesci normalmente ad ottenere il lavoro, il primo sconfitto sei tu, perché ti senti bocciato dal mercato del lavoro e di conseguenza inadeguato ed a questo punto sei disposto a tutto pur di ottenere un posto di lavoro e questo ci piaccia o no è la triste realtà sia a destra che a sinistra.
    Ma vi è da consolarsi, nei piani alti del governo vi è chi non trova scandaloso che deputate e senatrici si siano prostituite per facilitarsi la carriera politica od ottenere incarichi prestigiosi.
    Il raffronto è impietoso è vero ma dimostra la spregiudicatezza dei comportamenti umani ed il malcostume di alcuni potenti.
    Come dire, tutto il mondo è paese.
    saluti

  69. Esistono varie forme di prostituzione, non solo il corpo si può vendere…..tutto ha un prezzo….per tutto il resto c’è MasterCard…..scherzi a parte adesso bisogna battere cassa! bisogna solo mettersi in coda e…..non spingete!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...