Andrè Bazin in un saggio dedicato al cinema di William Wyler intitolato appunto “Il realismo di Wyler” tenta di spiegare come grazie alla messa in scena si possa tendere al reale. L’esempio preso in considerazione è il film The Little Foxes del 1941 in cui l’estetica si basa sul fatto che i movimenti di macchina sono praticamente assenti, e i nove decimi del film si svolgono tutti nello stesso ambiente: il salone di un’antica villa coloniale. La scena è quella della morte del protagonista Herbert Marshall che viene preceduta da un dialogo in cui è centrale la figura della moglie Bettie Davis; in particolare, secondo Bazin, il fatto che la la caduta di Marshall rimanga sullo sfondo accentua il senso d’inquietudine dello spettatore che deve cercare di capire cosa sia successo. In tutto questo Bettie Davis rimane il perno della scena e la sua immobilità acquista senso in quanto Marshall ha una doppia entrata in campo, prima da destra e poi da sinistra, mentre la macchina da presa mantiene la sua immobilità. Secondo Bazin il massimo di coefficiente cinematografico coincide paradossalmente con il minimo di messa in scena possibile.

Anche ne I migliori anni della nostra vita emerge l’estetica del realismo; è grazie alla messa in scena che Wyler cerca (e trova) il realismo. Ma al cinema non può che trattarsi sempre di rappresentazione della realtà. L’espediente usato da Wyler è quello della profondità di campo con la quale vuole permettere allo spettatore di vedere tutto e di scegliere a suo gradimento quali tagli fare, senza che la macchina da presa dica loro “guardate qui” e “adesso là”. L’analisi del critico francese si fa politica: la profondità di campo di William Wyler vuole essere liberale e democratica come la coscienza dello spettatore americano e i protagonisti del film.

Roberto Oggiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...